Dopo aver creato il tuo business manager hai provato a creare una campagna su facebook. Tuttavia ti sei reso conto di aver speso un po’ di soldi senza ottenere i risultati sperati e vorresti scoprire come ottimizzare la pubblicità su facebook ed il budget che hai a disposizione.

Se le prime campagne su facebook non sono andate molto bene non preoccuparti. I primi test sono sempre i più difficili e ci vuole sicuramente un po’ di pratica per riuscire ad ottimizzare al meglio la pubblicità su facebook.

In questo post parliamo proprio di ottimizzazione. Soprattutto ti spiegherò in maniera semplice come poter ottimizzare il budget utilizzando il bidding manuale.

Se alcuni termini non ti sono ancora chiari non preoccuparti. Ora ti spiego come fare

Quale obiettivo scegliere per la pubblicità su facebook

Come spiegato in questo post, il primo passo per creare di una campagna su facebook è la scelta dell’obiettivo. Questa scelta influenzerà gli altri due step successivi fornendoti delle impostazioni differenti.

A cosa serve scegliere un obiettivo su facebook?

Ipotizziamo che tu voglia vendere un nuovo strumento di cucina. Per farlo hai creato il video di una ricetta e impostato la tua campagna con un link che rimanda ad una pagina di acquisto.

Ti è sembrata una buona idea scegliere, tra gli obiettivi messi a disposizioni, l’obiettivo “traffico” ma perché?

Scegliendo questo obiettivo facebook farà vedere la tua inserzione solo a persone generalmente più inclini a cliccare sui link. Sarebbe infatti inutile mostrare il tuo video anche a quegli utenti che non compiono mai questa azione perché staresti sprecando il tuo budget pubblicitario (e facebook farebbe vedere un contenuto non interessante ai suoi utenti)

Questa scelta è importante soprattutto se hai un pubblico molto grande. Se ipotizziamo un pubblico di 100.000 persone, tra queste persone ci saranno quelle più inclini a cliccare sui link, quelle che di solito lasciano like o commenti e quelle che invece fanno acquisti.

Bene! Facebook cercherà sempre di ottimizzare la pubblicità in modo da farti raggiungere il tuo obiettivo spendendo il meno possibile.

Come funziona il pagamento della pubblicità su facebook

Per spiegare il funzionamento della pubblicità su facebook ti basti immaginare ai meccanismi che regolano le aste.

Nel momento in cui decidi di acquistare del traffico su facebook, non acquisterai direttamente lo spazio nella bacheca dei tuoi clienti. Prima di tutto parteciperai ad un asta tramite la quale facebook riuscirà a posizionare il tuo ad a seconda della concorrenza che hai su quel segmento di pubblico.

Lo spazio per la pubblicità su facebook è limitato. Forse ci avrai fatto caso ma facebook ti fa vedere un’inserzione ogni determinato numero di post. Se mostrasse soltanto ad pubblicitari molto probabilmente tutti gli utenti scapperebbero via.

Proprio per questo motivo, se vuoi aggiudicarti un determinato spazio nella bacheca di una persona, facebook ti fa competere con gli altri advertiser al fine di aggiudicarti questo spazio. Ovviamente non dovrai partecipare ad un asta vera e propria ma saranno i sistemi interni di facebook che svolgeranno questa operazione al posto tuo

Come in tutte le aste il budget a disposizione è sicuramente importante ma la cosa davvero determinante è il budget che sei disposto a spendere per ottenere una determinata azione da parte di un utente. Ed è qui che entra in gioco l’ottimizzazione del bidding.

Facciamo un esempio.

Ipotizziamo che tu voglia ottenere delle interazioni su un video di cucina. Lasciando tutto in automatico facebook ti farà spendere il meno possibile per quell’interazione prendo in considerazione diversi fattori tra cui:

  1. quanto è in target il pubblico
  2. la qualità del copy
  3. la qualità dell’immagine
  4. le interazione precedentemente ricevute
  5. La qualità dell’annuncio

Se invece decidi di impostare un bid manuale di 5€, stai dicendo a facebook che sei disposto a spendere fino a 5€ per ottenere una singola interazione da parte di un utente. Facebook cercherà sempre di ottimizzare il bid impostato quindi non ti farà (quasi) mai spendere l’intero importo.

Restano comunque validi i parametri indicati sopra quindi, a parità di capacità di spesa, saranno fondamentali la targetizzazione puntuale, il copy, le immagini e le interazioni. La posizione raggiunta all’interno dell’asta di facebook determinerà inoltre la posizione che avrai sulla bacheca di quell’utente.

Quando è utile impostare il bid manuale

Immagino che a questo punto sarai curioso di sapere quando è utile utilizzare il bid manuale per le campagne su facebook.

Se stai impostando le tue prime campagne su facebook il mio consiglio è quello di lasciare le impostazioni di bid in automatico. In questo modo facebook ottimizzerà la campagna cercando di farti spendere il meno possibile.

Il bid manuale puoi invece utilizzarlo per cercare di battere i gli utenti che stanno competendo sulla tua stessa audience. Battere i competitor permetterà ai tuoi annunci di essere visti prima fagli utenti di facebook e quindi di ricevere più attenzione e più interazioni.

Questa strategia risulta ancora più utile considerando che facebook ottimizza le inserzioni in base alla persone che hanno interagito con questa. Battere i competitor significa quindi dare a facebook la possibilità di capire ancora meglio quali sono le persone veramente inclini a convertire la tua campagna per mostrare gli annunci a persone simili a loro.

In che modo facebook addebita la pubblicità?

Dopo aver impostato il bid manuale potrai dire a facebook per quale azione ricevere gli addebiti. Le opzioni che hai a disposizione sono:

  • Visualizzazioni
  • Copertura
  • Interazioni
  • Click sul link
  • Conversioni

Ogni qual volta un utente farà l’azione da te richiesta, facebook ti addebiterà una piccola fee.

Tutto chiaro fin qui?

Se hai domande o hai bisogno di un aiuto per impostare il bidding manuale puoi scriverci nei contatti